Orienteering

images

TUSCANY SPRINT TOUR: BOOM DI PARTECIPANTI PER LA TRE GIORNI INTERNAZIONALE DI ORIENTEERING

Grandissimo successo per il Tuscany Sprint Tour, la tre giorni internazionale di orienteering che ha coinvolto  oltre 1.000 atleti di 22 nazioni (tra cui Finlandia, Danimarca, Inghilterra, Austria, Belgio, Croazia Repubblica Ceca, Estonia, Francia, Ungheria, Irlanda, Lituania, Moldavia, Norvegia, Russia, Slovenia, Svezia e Svizzera)

Le location di gara sono state Montalcino, San Gimignano e Siena, con arrivo nelle più belle piazze della regione (Piazza del Campo a Siena, Piazza del Duomo a San Gimignano, Piazza del Popolo a Montalcino).

Uno sforzo importante dal punto di vista organizzativo reso possibile dalla sinergia fra IK Prato e Libertas Atletica Valdelsa con la collaborazione delle società del territorio, in particolare della Libertas Chelucci Montalcino, e da oltre 50 volontari.

Importante è stata anche la collaborazione con le tre Amministrazioni Comunali coinvolte nell’evento.

Questa la cronaca delle tre giornate di gara:

 

MONTALCINO (SI) – venerdì 4 novembre, notturna

Il lungo week di orienteering è iniziato con una suggestiva prova in notturna con partenza in massa dalla Fortezza di quasi 400 atleti, muniti di carta, bussola e lampada frontale che, dopo aver affrontato i vari percorsi di gara, sono arrivati in Piazza del Popolo.

Podio tutto straniero nelle categoria Elite. Fra gli uomini successo del belga Clément Demeuse, davanti all’estone Kristo Heinmann e al russo George Mavchun. Fra le donne successo dell’austriaca Ursula Kadan, davanti all’estone Kirti Reban e all’altra austriaca Brie Gschöpf.

  

SAN GIMIGNANO (SI) – sabato 5 novembre, pomeriggio.

In una giornata che ha visto scendere fitta la pioggia, Alessio Tenani (GS. Forestale) e l’austriaca Ursula Kadan (Wappler) sono i vincitori della prova Sprint finale di Coppa Italia.

Alessio Tenani ha vinto anche la graduatoria generale della Coppa Italia, mentre Christine Kirchlechner (S.C. Merano) ha primeggiato tra le donne.

 

Evidente sul traguardo la gioia di Tenani che ha esultato con vigore come a liberarsi di un peso. “E’ stata una stagione in rimonta e per me incredibile. Dopo 2 anni di tribolazioni inizio a vedere la luce del mio tunnel personale. Già 15 giorni fa avevo dimostrato di essere competitivo”.

La vittoria di Tenani, specialista della Sprint, è frutto anche di un lungo lavoro di preparazione a tavolino. “Avevo effettuato una lunga preparazione di studio, dedicando varie ore con strumenti come Google Street View, o vecchie mappe di San Gimignano”.

Ursula Kadan. “Si è trattato di una gara molto bella in cui era importante prestare grande attenzione alla mappa ma anche a rimanere in equilibrio ed evitare di scivolare. Durante questa stagione sono venuta a correre molte volte in Italia dove ho trovato, oltre al successo, delle avversarie di ottimo livello e dei tracciati sempre all’altezza”.

Christine Kirchlechner. “Un’annata intensa in cui sono riuscita a migliorare ulteriormente la mia corsa. Questo è frutto di un allenamento costante, non pensavo nemmeno fosse possibile un progresso di questo tipo”.

Tra i giovani vincono Mattia Debertolis e Francesca Taufer (M/W 20), Pietro Palumbo e Vera Chiusole (M/W18).

All’evento di San Gimignano è intervenuto anche l’assessore allo sport del Comune di San Gimignano, Niccolò Guicciardini.

 

SIENA – domenica 6 novembre mattina

Nella meravigliosa cornice di Piazza del Campo a Siena, il francese Loic Marty e l’austriaca Ursula Kadan sono i vincitori della Suunto Sprint Tour, gara che ha concluso il circuito dedicato agli sprinter dell’Orienteering e tappa italiana valida per la World Ranking List.

ll transalpino ha avuto la meglio su uno specialista come Marek Hadam, l’ucraino trapiantato in Campania per lavoro e tesserato per l’AOK Acropoli.Subito dietro, ad un solo secondo, Roberto Dallavalle, atleta del G.S.Monte Giner.

Al femminile argento, con un distacco notevole, per l’altoatesina Christine Kirchlechner seguita dalla slovena Pia Ocvirk.

E’ Loic Marty ad aprire la serie delle interviste post gara: “Per me è stata una bella sorpresa vincere qui. Sapevo che gli atleti italiani erano molto competitivi in questo tipo di gara e riuscire ad avere la meglio è per me motivo di orgoglio”.

Marek Hadam: “Ho commesso piccoli errori, che sommati, mi sono costati la vittoria. Come sapete non ho molte opportunità per praticare l’Orienteering ed il solo fatto di aver fatto meglio di alcuni campioni come Roberto Dallavalle e gli altri, lo considero un grande risultato”.

Al femminile Christine Kirchlechner: “La Sprint non è mai stata la mia specialità, certo che 1′:40″ di ritardo da Ursula Kadan rappresenta un divario importante che vorrei riuscire a capire meglio. Dal mio punto di vista un ritardo di un minuto poteva essere considerato normale, così invece è un passivo troppo pesante”.

Successi tra le promesse dell’Orienteering per Fabio Brunet (M 20), Alberto Bazan (M 16), Francesca De Nardis (W 20), Ilvy Ksatner (W16).

Chi ha motivo di gioire in questo finale di stagione è anche la Polisportiva Besanese come precisato da Ivano

Presente in Piazza del Campo anche il Presidente FISO, Mauro Gazzerro: “Complimenti agli organizzatori per l’ottimo lavoro. Un bel format che ha raccolto il consenso dei partecipanti sia italiani che stranieri”.

Tracciatore Massimo Bianchi che con Giaime Origgi ha stilato il bilancio dell’intero evento: “Per noi è sicuramente positivo. Da tempo non si vedevano gare con 1.000 concorrenti al via. Anche i 300 di Montalcino, per la prova in notturna di venerdì sono stati un ottimo risultato. Ora guardiamo al futuro con rinnovate ambizioni e speriamo, magari tra un paio d’anni, di proporre un nuovo evento in linea con il format appena realizzato”.

Bianchi ha inoltre concluso. “Un lavoro importante che abbiamo portato avanti grazie ad uno staff di persone motivate. Abbiamo inoltre curato in modo particolare l’aspetto mediatico delle gare, con arene e location di altissimo livello sportivo, tecnico, storico. Elementi che riteniamo importanti per rendere l’Orienteering appetibile anche gli occhi delle Istituzioni che ci hanno supportato al massimo. Sapere di avere la produzione RAI ci ha dato un’ulteriore spinta.”

La sinergia fra IK Prato e Libertas Atletica Valdelsa continuerà anche il prossimo anno con l’organizzazione del Campionato Europeo di Rogaining che si svolgerà a San Gimignano e nei territori dei comuni limitrofi ad aprile 2017.

 

Scarica: articolo-tuscany-sprint-tour-con-foto

FacebookTwitterGoogle+WhatsApp
LIBERTAS SIENA
Via dei Fusari, 44 - 53100 Siena (Italy)
libertas.siena@email.it
telefono e fax: 057743151
cf / PI: 80008310528
© 2015 Libertas Siena
sito web realizzato da METAFORME S.R.L.

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. Per saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi